Caserta. Rimane incastrato durante un rapporto con una scrofa, costretto a chiamare i soccorsi.

Loading...

Stava dando sfogo alle sue perverse passioni con una scrofa – sì, avete letto bene – quando il suo pene è rimasto incastrato nella vagina della povera bestia. Ed è a quel punto che Davide D., di Aversa, in provincia di Caserta, è stato colto con le mani nel sacco (per usare una sobria metafora). A scoprirlo intento in quell’atto osceno è stato un allevatore  del posto, il quale lo ha subito denunciato alla Polizia, spiegando che il tizio stava consumando “rapporti inappropriati” con un maiale  sulla sua proprietà. Chavez è stato quindi arrestato ed è ora in attesa di giudizio.

Il contadino di cui sopra (che ha chiesto di mantenere l’anonimato) ha raccontato di aver sentito “strani rumori” provenienti della porcilaia nel retro della sua proprietà. Sospettando che le sue bestie fossero state prese di mira da qualche cane randagio, ha subito afferrato il suo fucile, è uscito di casa e si è precipitato a soccorrerle… trovandosi poi davanti una scena “surreale” che mai e poi mai avrebbe neppure lontanamente immaginato. “Quando l’ho visto sono rimasto choccato – ha detto – . Gli ho urlato di staccarsi dal mio animale, altrimenti gli avrei sparato. Ma lui ha risposto gridando che non riusciva a muoversi perché aveva il pene incastrato nella vagina della scrofa”. A quel punto, confuso e incredulo, il poveretto ha avvisato la Polizia.

Il brigadiere che era lì presente, intervistato dai giornalisti, ha dichiarato: “quando siamo arrivati erano perfettamente incastrati. Non è il tipo di situazione che ci aspettiamo di solito, anzi: la cosa ci ha enormemente irritato. Abbiamo dovuto usare dell’acqua fredda per staccarli”.

loading...
error: Content is protected !!