Milano. Cane salva padrona dalla violenza e castra lo stupratore.

Loading...

Milano (zona San Siro), 2 novembre 2017, verso le 17. Come tutti i pomeriggi Sabrina, ragazza milanese di 25 anni, era uscita per una passeggiata col suo cane, un incrocio tra cane di pastore belga e un boxer di tre anni di nome Golia. In una Milano ancora avvolta dallo smog il buio da un paio di giorni calava un po’ prima del solito, a causa dell’entrata in vigore dell’ora solare. La visibilità, tutto sommato, era piuttosto scarsa. Forse proprio approfittando di questa situazione un malintenzionato raggiunge e afferra Sabrina da dietro, mettendole una mano sulla bocca. Mentre cerca di abbassarle i pantaloni, abbassando contemporaneamente anche i suoi, palesando così un tentativo di violenza sessuale, ecco che Golia si scaglia contro il malintenzionato e lo morde violentemente alle parti basse, strappandogli letteralmente i testicoli.

loading...

Il delinquente fugge urlando di dolore, mentre Golia resta con la bocca sporca di sangue. Sabrina chiama subito i soccorsi e le forze dell’ordine giungono subito sul posto. La trovano scossa, ma fortunatamente senza nessuna ferita. Non è comunque in grado di fornire un identikit dell’assalitore, non avendolo visto in volto. Vengono subito notate numerose macchie di sangue a terra e Golia con la bocca sporca di sangue e i testicoli ancora penzolanti dalle sue fauci. Le macchie di sangue lasciate dall’aggressore formano una linea che si prolunga per circa 400 metri verso est, ma poi diventano sempre più piccole fino a svanire. È evidente che l’aggressore si sia diretto in quella direzione. Dalle indagini fatte nell’immediato sembra che nessun ospedale e nessuna guardia medica abbiano assistito qualcuno con una ferita alle parti basse. È probabile che il malvivente abbia deciso di curarsi da solo o di rivolgersi ad un privato proprio per evitare di essere rintracciato ed acciuffato.
Sabrina può pertanto continuare a passeggiare in pace con Golia, dato che al momento nessuno risulta offeso dalla vicenda. Da mercoledì l’animale che porta al guinzaglio è anche il suo eroe. Speriamo che al malintenzionato la lezione sia bastata. E ci fa piacere sapere che l’ennesimo caso di violenza sulle donne sia stato sventato proprio da un nostro amico a quattro zampe.

loading...